Di sera

Ilaria S.

In bilico, 

incerti su dove andare 

raccogliamo il meglio che viene,

raccattiamo storie, per strada, di sera. 

Chiusi nei pensieri, 

nelle aspirazioni troppo grandi 

da soddisfare, 

grandi progetti di vita e poi

non sappiamo neppure

cosa vogliamo mangiare. 

Luce fioca, ti culla, la sera, 

un libro vecchio ritrovato

lasciato a metà, come sempre, 

perché lo hai comprato? 

I giorni che scivolano, sul calendario, 

mentre vorresti solo 

fermare un istante 

prima che tutto possa 

cambiarti, 

cambiare. 

Lontani 

gli orizzonti che vorresti vedere 

e i piani lasciati a marcire, nelle sere. 

E ancora il caldo che non lascia respirare, 

che cosa vuoi fare da grande?

Hai prenotato al mare? 

In bilico 

cerchiamo di strutturare 

l’impalcatura del nuovo, 

le fondamenta sulla palude 

prima di non riuscire più a risalire.  

Una musica triste ti culla, la sera,

ed è tra le note stonate 

che riesci a sentire un po’ meglio, 

che riesci a sentirti un po’ meglio, più vera.