Fantastico! #76

Nomi. Cose. Zone gialle.

Benvenuti al settantaseiesimo appuntamento di Fantastico!

Noi siamo Sara e Johnny e viviamo in due zone dai colori diversi.

Le vite di molti di noi per il prossimo mese potranno essere riassunte con una partita di Twister, con gente che ha il lavoro in una zona rossa e la residenza in una gialla.

Dato che non amiamo i giochi di società, vi proponiamo il nuovo DPCM con gli autori della settimana:

  • Filippo Medeot questa settimana si pone dubbi erotici su di sé, sull’universo e su chi lo abita.

  • Vi siete persi l’arrivo dell’autunno? Sì? Ilaria S. vi fa un recap.

  • Udite, udite! Johnny Shock è tornato tra le righe della newsletter e parla con la voce di chi vive senza lode e senza frode. 

Siamo sempre andati fieri di occuparci di cultura. Proprio per questo, alle ultime parole del presidente Toti abbiamo reagito con compostezza:

(o forse no.)

Al contrario, dell’importanza della cultura, soprattutto durante una pandemia, parla uno dei compagni di “Volere la Luna” in questo articolo.

Ultimamente ci siamo abituati ad inserire qua e là dei meme nella newsletter ma, ogni volta, crediamo di essere un po' anacronistici. È corretto secondo voi?

Vi ricordiamo che Fantastico! è anche un varietà su Radio Città Fujiko.

Potete recuperare i podcast del programma senza la musica, ma solo con le chiacchiere (come piacciono a noi) su Spotify, oppure ascoltare la puntata completa su Spreaker.

Non sappiamo di preciso cosa succederà nei prossimi mesi: qualcuno parla di vaccino, altri pensano che il lockdown delle zone rosse durerà a lungo e forse verrà esteso ad altre zone. Noi non siamo nessuno e non abbiamo certezze, tranne due: è un lockdown anche se non lo si chiama così, e chi a marzo diceva “Andrà tutto bene” e “Ne usciremo migliori” non aveva capito un cazzo.

Dalla crisi non si esce con l’odio, la rabbia: quelle sono solo le conseguenze. La soluzione, invece, è l’amore, e il far tornare di moda le persone per bene.

- Gigi Proietti

Per non perdervi nulla di questo numero potete scaricare comodamente da casa il vostro PDF preferito. Non servono iscrizioni e bastano due click. Per recuperare i vecchi numeri sul web, andate nel nostro archivio (c’è anche la funzione cerca), per i PDF invece potete rivolgervi a Google Drive.

Vi ricordiamo che siamo sociali. Ci trovate su Instagram e Facebook, ma non diventeremo degli influencer, potete giurarci.

Nel frattempo: ehi, buon weekend!

Per chi ha pazienza e coraggio c’è anche l’email a cui proporsi per partecipare a questa avventura: fantasticopuntoesclamativo@gmail.com.
Accettiamo prosa, poesia, immaginazioni scatenate ma ad una sola condizione: non meno di 1500 caratteri