Fantastico! #77

Nomi. Cose. Città.

Benvenuti al settantasettesimo appuntamento di Fantastico!

Io sono Sara e mi annoio facilmente. Oggi ad esempio ho prestato attenzione solo a:

  • L’immagine che parlameg dà della solitudine resterà con me un po’ di tempo.

  • Samuele Abagnato è quel tipo che in serata dopo due amari ti tira una pezza assurda sulle sfere del sapere. Te ne vai pensando “vez, che peso”, ma sai che un po’ ha ragione.

  • Il racconto di Olimpia rientra sicuramente nella top 5 degli emergenti che mi hanno sbalordita.

Le elezioni degli USA ci hanno tenutə incollatə agli schermi dall’inizio alla fine. In caso ve lo siate perso, ecco il lieto fine grottesco della campagna Trump.
No, non è una scena di The Office.

Trump ha fatto una sola cosa buona: darci tantissimo materiale per fare i meme.

Fonte: Hipster Democratici

Kamala Harris ha proiettato un raggio di speranza, ma ricordiamoci che la fine dell’amministrazione Trump non è la fine del bigottismo

Vi ricordiamo che Fantastico! è anche un varietà su Radio Città Fujiko.

Potete recuperare i podcast del programma senza la musica, ma solo con le chiacchiere (come piacciono a noi) su Spotify, oppure ascoltare la puntata completa su Spreaker.

Introducendo il primo articolo ho inserito il simbolo “ə” al posto delle “i”.
Volete sapere perché? Per scoprirlo collegatevi lunedì 16 (dopodomani) alle 21 sulla nostra pagina Facebook, faremo una diretta dove parleremo di linguaggio inclusivo, gender neutrality e molto altro. Chiacchierate con noi!

Abbiamo, mia cara, grandi similitudini che ci attaccano l’uno all’altra. Forse grandi nevrosi, grandi richieste da fare al mondo, a chi amiamo, a chi vogliamo bene. Abbiamo un’infinità di desideri, di voglie, di slanci, di entusiasmi. Abbiamo una sofferenza in comune che è quella per cui nè tu nè io amiamo la vita e la guardiamo come una cosa estranea ai nostri percorsi e che non ci interessa più di tanto; benchè questa stessa dolorosa sensibilità sia, paradossalmente, la radice di un nostro tutto particolare attaccamento al mondo. [...]

- Pier Vittorio Tondelli, Biglietti agli amici.


Per non perdervi nulla di questo numero potete scaricare comodamente da casa il vostro PDF preferito. Non servono iscrizioni e bastano due click. Per recuperare i vecchi numeri sul web, andate nel nostro archivio (c’è anche la funzione cerca), per i PDF invece potete rivolgervi a Google Drive.

Vi ricordiamo che siamo sociali. Ci trovate su Instagram e Facebook, ma non diventeremo degli influencer, potete giurarci.

Nel frattempo: ehi, buon weekend!

Per chi ha pazienza e coraggio c’è anche l’email a cui proporsi per partecipare a questa avventura: fantasticopuntoesclamativo@gmail.com.
Accettiamo prosa, poesia, immaginazioni scatenate ma ad una sola condizione: non meno di 1500 caratteri.