Fantastico! Extra #5

Una newsletter frugale con il portafogli degli altri.

Benvenuti al quinto appuntamento di Fantastico! Extra

Io sono bebo e torno al comando per questa somma di cose che non c’entrano, ma se ci guardi bene, poi c’entrano:

- Questa è una newsletter di gente che scrive per gente che legge, quindi è bene dedicare il primo link a questa bella intervista de Il Tascabile a Vanni Santoni. Uno che ha pubblicato un libro per ricordarti che la scrittura non si insegna, ma se ci guardi bene, poi si insegna.

- Citazioni de Lo Stato Sociale in didascalia a foto di Robert Doisneau e altre cose che, se ci guardi bene, non sono filate lisce nel nuovo millennio. A Bologna ci sono 143 opere del grande fotografo in esposizione, per sapere qualcosa in più anche sull’uomo dietro l’obiettivo leggetevi questa chiacchierata di Domus con la figlia, poi alzatevi dal divano e andate a visitare la mostra.

- John Lewis è morto, ma se ci guardi bene, la grandezza di una persona passa anche attraverso il suo lascito. È stato un autentico pilastro della lotta per i diritti civili e rappresentante della comunità afroamericana universalmente riconosciuto. Francesco Costa ne parla in questa puntata del suo podcast e, appena volete staccare dalla vostra serie tv preferita, guardatevi l’intervista di Letterman ad Obama nel suo show su Netflix: ci sono alcuni minuti dedicati al senatore Lewis, alla “camminata” di Selma, a cosa vuol dire lottare per i diritti.

- Sono passati 19 anni dal G8 di Genova e, ancora oggi a guardarci bene, sediamo dal lato giusto della storia mentre il capitalismo uccide e distrugge. Ripassiamo assieme cosa significò quel momento nelle parole di Daniele Vicari, il regista di Diaz, in questa intervista su Open e, per i più critici di quei giorni (generalmente gente che era a casa e per cui la rivoluzione è un pranzo di gala, ciao amici vi vogliamo bene lo stesso), consigliamo la lettura di questo lungo approfondimento e ricostruzione dei fatti firmato WuMing Foundation. Ma anche questo di Internazionale, perché no.

- Stanchi delle solite hit estive? L’estate è un bel posto ma le vostre orecchie chiedono qualcosa di diverso? Siete refrattari ai miei consigli di robe underground dal Mali, ma volete guardarci bene? Non c’è problema young caucasic, beccati la IPERMUSICA, ovvero la musica degli IPEROGGETTI. E questo disco del progetto dTHEd: tutta roba italiana. Altroché It.pop o come si scrive.

- Selvaggia Lucarelli la conoscete tutti, almeno di nome. Da qualche tempo si è data un gran daffare tra Cathy La Torre e “la scenicchia” di scribacchini social di sinistra. Qui, nel dettaglio. Mentre Selvaggia e gli altri si occupano di cene di gala contando i reciproci soldi, noi vi consigliamo invece una più arricchente -purtroppo non in termini monetari- chiacchierata con Franco Bifo Berardi su Esquire. Tra le tante cose dette dal pensatore del mio corazon c’è anche un simpatico sottotesto, oltremodo magnificamente espresso da questo articolo di Claudia Durastanti per Internazionale. Sottotesto che, a guardarci bene, significa questa cosa qui: il mondo è andato avanti, se questa cosa non vi piace, dovete togliervi dalle palle o cambiare registro.

INTERVALLO:

PD: Così brillante. Così bello. Oh, Berlinguer.
Elettore di sinistra: Che cosa hai detto?
PD: L'elettore dovrebbe riposare. L'elettore deve conservare le forze.
Elettore di sinistra: Chi sei tu?
PD: Non ce lo chiedere, non sono affari tuoi. PD. PD.
Elettore di sinistra: Prodi mi ha detto che sei un partito di centro-sinistra.
PD: Restituire i 49 milioni. Chiamate il 118.
Elettore di sinistra: Ha detto che la tua vita era una triste storia.
PD: E se io muoio da partigiano
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao
Elettore di sinistra: Non eri molto diverso da un partito socialista, una volta. Non è vero, PCI?
PD: Come mi hai chiamato?
Elettore di sinistra: Questo era il tuo nome una volta, non è così? Molto tempo fa.
PD: Il mio nome. Il mio nome. P... C... I.

/INTERVALLO

E prima di salutarci, augurandovi una splendida giornata all’insegna del comunismo pienamente automatizzato, una lista di bei libri:

Ennio Flaiano - Diario degli errori
J.R. Moehringer - Pieno giorno
Claudio Giunta, Giovanna Silva - Tutta la solitudine che meritate (viaggio in Islanda)
David Trueba - Quattro Amici
Gianni Minà - Storia di un boxeur latino

Il 3 agosto uscirà il secondo numero di Fantastico! la rivista. Se vi siete persi il nostro esordio:

Guarda bene, qui

Oggi sono 165 giorni che Patrick Zaki è prigioniero. Che il mondo lo sappia.

Ehi, buon lunedì pomeriggio!